Crea sito

tratto

Esercizio: 20 cucchiai

Ok, non sono impazzita. Ho trovato un sito molto carino dedicato al disegno digitale  (ma in generale, al disegno): http://www.ctrlpaint.com.

Uno degli esercizi proposti è quello di disegnare 20 cucchiai. Non per il gusto di disegnare posate, ma per esercitare la mano a tracciare linee veloci seguendo traiettorie che vanno da un punto ad un altro. Sembra facile, ma non lo è quanto sembra. Si parte da un segmento orientato nello spazio, che costituisce l’asse del cucchiaio. Sul segmento si segnano 3 tratti: due costituiranno il riferimento dell’ellisse che rappresenta la testa del cucchiaio, tra la testa del cucchiaio e l’ultimo tratto bisogna tracciare con sicurezza delle curve, che andranno a formare il manico del cucchiaio. Tutte queste operazioni vanno fatte con velocità e non è richiesta precisione, ma di rispettare i limiti imposti dai tratti.

Il senso dell’esercizio sta nell’abituare la mano a tracciare linee convincenti, ma non a caso, ma secondo delle regole. In pratica si cerca di eseguire con più naturalezza possibile gli ordini del cervello. Credo sia molto utile.

Il sito che vi ho segnalato contiene tantissimo materiale, in particolare numerosi video su tecniche, composizione e tanto altro. E’ parlato in un inglese semplice e comprensibile, e vi consiglio di visitarlo.

ritratto #5

Ecco un altro ritratto realizzato “senza cancellature” con biro bic nera.

ritratto #2

Ed ecco un altro ritratto ispirato da una foto sul social network Sketchy, realizzata con biro bic nera su post it bianco. Qualche campitura nera aggiunta con pennarello permanente nero papermate e qualche punto luce con penna a gel bianca.

ritratto #1

Ok, confermo che Sktchy, il social network dedicato al disegno, è davvero divertente: l’unico pericolo è perderci un sacco di tempo.. vedere tanti disegni ispirati da foto (e come già dicevo, molti sono di altissima qualità) è davvero invitante. Pubblicherò qui alcuni dei miei schizzi. Questo è fatto a bic su post-it bianco.

#8 un quartetto d’archi

Lo schizzo n° 8 vuole rappresentare un quartetto d’archi. La povera violinista è risultata somigliante a Marilyn Manson… non era voluto ma ormai è fatta…

#7: un panino

“Un panino”, disegno n°7 per il libro 642 idee per disegnare. Il mio è un soffiatino (o rosetta) pieno di mortadella e insalata. Ho fame…

#4: una puzzola

Il riquadro n°4 suggerisce di disegnare una puzzola. Ecco la mia versione, a pennarellino unipin 0.2.

#1 un mattarello

mattarello

La prima idea da disegnare proposta dal libro è un mattarello. Ecco la mia versione: schizzo a matita e definitivo con penna uni pin 0.2.

Abbeveratoio

abbeveratoio

Abbeveratoio  la vasca da cui bevono gli animali. L’etimologia è la stessa di “bere”, che deriva dal latino bibere.

Abbazia

abbazia

L’Abbazia è un complesso formato dal monastero e dalle sue possessioni, governato da un abate o da una badessa. Le abbazie godevano di autonomia (ed autosufficienza) e non dipendevano dal Vescovo locale. Questa condizione permise alle comunità abbaziali di aumentare le loro ricchezze, grazie all’incessante lavoro dei monaci (ora et labora) ed ai lasciti che andarono progressivamente ad aumentare i possedimenti, tanto che ancora permane nei modi di dire popolari “ricco come un’abbazia” (o come una badìa) e il noto detto “casa mia casa mia per piccina che tu sia tu mi sembri una badia”. Inoltre le abbazie divennero centri di cultura per tutto il mondo occidentale, inoltre ebbero il non piccolo merito di produrre le migliori birre 😉

In questo caso lo schizzo rappresenta la facciata della chiesa di San Colombano a Bobbio (PC), che nella forma attuale risale alla metà del Quattrocento, anche se l’abbazia fu fondata dal Santo irlandese ben prima, cioè nel 612.

1 2